giovedì 27 marzo 2014

Transizione: Il serpente

Luciano Ramo: Attenti, il serpente tedesco è preso! Bisogna ora strappargli i denti del veleno, Brescia, F.lli Geroldi 1916

Otto von Kursell: Abbasso il bolscevismo! Il bolscevismo porta guerra e distruzione, fame e morte, 1919

La morte della bugia, ca. 1932-1933. Iscrizioni: Marxismo, Plutocrazia


Sergei Igumnov: Distruggiamo le spie e i sabotitori, gli agenti trotskisti-bucharinisti del fascismo, 1937.
(La didascalia confusa riflette la confusione dell’ideologia ufficiale. Benché il serpente porti
un monocolo nazista, i tedeschi sono in questo momento potenziali, e più tardi reali
alleati dell’Unione Sovietica. È per questo che si deve parlare di altri nemici
nella didascalia: trotskisti, bucharinisti, o addirittura fascisti, come
i nazisti sono tuttora chiamati nel mondo post-sovietico.)

John Heartfield (nato Helmut Herzfeld, scenografo di Bertold Brecht): Chiediamo il divieto di armi nucleari, 1955

Supereremo l’ubriachezza! Manifesto anti-alcolista sovietico, anni 1960

Nessun commento:

Posta un commento